12 marzo 2019 – MILLENARIO DI TORRE: CONCLUSIONE DEI FESTEGGIAMENTI NEL SEGNO DEL PATRONO – Pergamene di ringraziamento del sindaco Spinelli e parroco Don Castel , termine festeggiamenti Millenario di Torre 1018-2018

12 marzo 2019
MILLENARIO DI TORRE: CONCLUSIONE
DEI FESTEGGIAMENTI
NEL SEGNO DEL PATRONO


Pergamene di ringraziamento del sindaco Spinelli

e parroco Don Castel ,
per il termine dei festeggiamenti
del Millenario di Torre 1018-2018
“Villa Sancti Gregorii”

 

Conclusione ricca di eventi sia culturali che religiosi per il Millenario di Torre. La comunità intera – parrocchia, associazioni locali e Contrada, insieme al Comune di Fucecchio – ha preparato un programma che da sabato 9 a martedì 12 marzo ha coinvolto la popolazione locale per condividere la fine di un percorso – cominciato l’11-12 marzo 2018 -caratterizzato dal susseguirsi di incontri con la presenza di storici, archeologi, poeti, esperti di letteratura e con le Maestre storiche della scuola elementare della frazione.

Sabato 9 marzo, nella chiesa parrocchiale,i presenti hanno potuto assistere al concerto vocale e strumentale con il valente e giovane pianista fucecchiese Pierpaolo Buggiani e con Francesco Barducci e Guglielmo Giannini, allievi del Maestro Fabrizio Berni. Significativa anche la presenza del soprano Patrizia Rossidi Cappiano con il suo Coro Armonie. Al termine del concerto tutti alla cena di beneficenza organizzata dalla Caritas di Torre per il restauro del campanile.

 

Domenica 10 marzo, alle ore 11.00, il Vescovo Mons. Andrea Migliavacca ha conferito il sacramento della cresima ai giovani delle parrocchie di Torre e Cappiano, celebrando la santa Messa.Martedì 12 marzo festa del Patrono S. Gregorio Magno con messa pomeridiana presieduta da Mons. Andrea Cristiani,seguita dalla tradizionale processione alla Fonte miracolosa.

 

Alle 17.00 si è svolto l’ultimo incontro culturale del Millenario dedicato tutto a San Gregorio. In cattedra Don Angelo Pellegrini (originario di Torre), professore di Teologia alla Facoltà Teologica dell’Italia Centrale, che ha illustrato la figura del Patrono di Torre dal punto di vista storico e teologico, soffermandosi anche sull’unico lungo viaggio documentato della biografia del santo (da Roma a Ravenna e ritorno), nel tentativo di ipotizzare un collegamento tra i dati certi storicamente documentati e la leggenda locale che afferma il passaggio del Santo da Torre, in un periodo di grave siccità. Don Angelo ha evidenziato anche i limiti di questa ipotesi, avendo ben presente anche altre ipotesi storiche che legherebbero il culto di San Gregorio a Torre alla città di Lucca che, fino al 1622, aveva la giurisdizione ecclesiastica sulle Cerbaie e sul Valdarno Inferiore. Al termine della conferenza, Francesco Campigli ha fatto una sintesi del Millenario, prospettando anche ulteriori iniziative legate alla storia della frazione e in particolare alla necessità di approfondire le ricerche sulla villa de sancto Fridiano, anch’essa citata nel 1018 e ubicata proprio entro i confini della frazione di Torre; anche in questo caso sono evidenti i legami con la città di Lucca, di cui San Frediano fu un vescovo molto importante.

 

Prima della conclusione della serata Mons. Andrea Cristiani ha espresso il proprio apprezzamento per la comunità di Torre che ha saputo realizzare, nel corso di un intero anno, significativi momenti di incontro e di approfondimento culturale e spirituale, in una cornice connotata da unità d’intenti ed entusiasmo.Infine, il Sindaco Alessio Spinelli haconsegnato gli attestati dell’Amministrazione municipale agli organizzatori del Millenario (Francesco Campigli, promotore degli eventi culturali e poi Roberto Pellegrini, Giuliano Frediani, Vincenzo Sgherri, Don Castel, Mons. Andrea Cristiani, Stefano Boddi della Collegiata) e anche a tanti cittadini (non solo di Torre) che hanno valorizzato la frazione, nel corso del tempo, in ambito religioso, culturale, musicale, sportivo, sociale e nel volontariato.

 

Molte anche le pergamene-tributo alla memoria di persone che si sono distinte, nel passato recente e remoto, per il loro impegno verso la comunità locale. Tanti i nomi tra cui i sacerdoti Don Raffaello Biondi che, alla fine dell’Ottocento, costruì il primo monumentale campanile di Torre; Don Giuseppe Mainardi che, dal 1939 al 1999, spese tutta la sua vita per la ricostruzione della frazione nel dopoguerra tra cui la chiesa, il campanile, gli imponenti locali parrocchiali per il catechismo, le attività sociali, la scuola materna e l’asilo nido, con il cinema teatro. Poi Ada Bonsignori, madre di Don Mainardi, per il suo ruolo di educatrice di intere generazioni di torrigiani specialmente nel secondo dopoguerra; Arturo Carmassi, artista di fama internazionale, che riqualificò la chiesa di Torre nei primi anni Ottanta con il suo genio artistico; Enzo Fabiani, poeta d’ispirazione religiosa nativo di Torre e noto a livello nazionale;Don Mario Santucci, parroco dalla fine degli anni Novanta al 2006. E poi anche alcuni sopravvissuti ai campi di concentramento nazisti come Gino e Bruno Pellegrini e Lido Boschi. E ancora Simonetto Campigli, grande promotore del ciclismo della frazione; Antonio Cioni, Giovanni Buti, Giuseppe Valori, Settimo Pellegrini per l’impegno sociale e politico tra gli anni Quaranta e i decenni successivi. Per vedere tutti gli attestati rilasciati dal Sindaco Spinelli e le relative motivazioni accedere al sito www.prolocotorre.org che contiene anche tutti i resoconti degli eventi del Millenario. Anche il parroco Don Castel ha rilasciato delle pergamene della parrocchia agli organizzatori, tra cui Alberto Malvolti della Fondazione Montanelli e Andrea Vanni Desideri, Direttore del Museo civico,nonché ai giovani poeti di Torre Samanta Campigli e Simone Gabrielli.

articolo tratto dal settimanale diocesano
LA DOMENICA del 25 Marzo 2019

cliccare per vedere tutte le fotoConsegna pergamene Sindaco e Parroco e tutte le foto di Marzo 2019 Millenario

Nella foto i sacerdoti e i colori di Contrada alla Fonte di San Gregorio,
restaurata recentemente.

UN TRIBUTO SPECIALE ALLA MEMORIA DEL VESCOVO PAOLO GHIZZONI

 

Tra gli attestati rilasciati dal Sindaco di Fucecchio, vi è stato anche il tributo alla memoria di S.E. Mons. Paolo Ghizzoni, vescovo di San Miniato dal 1970 al 1986. Un ricordo pieno di affetto e di riconoscenza nei confronti del «Pastore Buono» della diocesi di San Miniato, che tanto impegno ha profuso nei confronti della parrocchia di Torre. La sua straordinaria e fruttuosa comunione d’intenti con il Priore Don Giuseppe Mainardi ha prodotto tanti risultati nel corso di circa quindici anni di apostolato. Per Don Mainardi il Vescovo Ghizzoni era un amico, un fratello, un Maestro sulle vie della salvezza. Egli è stato vicino al Priore specialmente negli anni della costruzione degli imponenti edifici parrocchiali e durante la riqualificazione della chiesa ad opera dell’artista di fama internazionale Arturo Carmassi. Fu Mons. Ghizzoni a consacrare il nuovo altare, appoggiando in pieno la scelta del Priore di affidare a Carmassi il compito di conferire alla chiesa il «sigillo imperituro» dell’arte. Ai fedeli di Torre Mons. Ghizzoni ha lasciato in eredità ricordi e insegnamenti preziosi con la sua mitezza, con il suo sorriso e con le sue parole di fede. Il suo arrivo a Torre era sempre motivo di festa per la comunità. A lui il Priore intitolò la sala del Cinema-Teatro parrocchiale e oggi siamo contenti di ricordare Mons. Paolo Ghizzoni nel nostro Millenario.

Francesco Campigli

 

+ PAOLO GHIZZONI , Nato ad Arcello di Pianello il 22 marzo 1912, fu ordinato Sacerdote il 6 aprile 1935. Vescovo ausiliare di Piacenza l’11 febbraio 1962, resse dal 1970 la Diocesi di San Miniato con saggezza e amore … clicca qui per leggere tutto l’articolo

12 marzo 2019
Pergamene di ringraziamento del sindaco Spinelli
e parroco Don Castel ,
per il termine dei festeggiamenti
del Millenario di Torre 1018-2018
“Villa Sancti Gregorii”

 

“Con il 12 Marzo 2019 terminano i festeggiamenti del Millenario di Torre 1018-2018 Villa Sancti Gregorii” … queste le ultime parole dette dal nostro Parroco torrigiano, Don Castello, al termine del lungo pomeriggio di martedi in onore del santo Patrono San Gregorio Magno.
La felicità per i tanti eventi commemorativi realizzati per il Millenario e la tristezza che tutto ciò sia arrivato al termine, ha comunque reso gioiosi e soddisfatti tutti i torrigiani che hanno partecipato con dedizione e senso di appartenenza ai tantissimi eventi organizzati da tutte le associazioni torrigiane con spirito fraterno e di piena collaborazione; quindi un sincero ringraziamento alle varie associazioni ed ai loro Presidenti: 

 

Proloco Torre, Presidente Roberto Pellegrini;
Contrada Torre, Governatore Romano Benericetti;
Consiglio Pastorale, Parroco di Torre Don Castello;
CariTorre,  responsabile Manuela Chiti;
Comitato in Memoria di Don Giuseppe Mainardi Priore di Torre dal 1939 al 1999,
             
, Presidente onorario Livio Frediani;
Unione ciclistica La Torre 1949 a.s.d. , Presidente Rino Testai;
Semplicemente Onlus, responsabile Elia Mattioli;
– Circolo San Gregorio, 

un sincero ringraziamento anche all’amministrazione comunale, con il Sindaco Alessio Spinelli ed i suoi assessori, per aver sempre sostenuto tutte le iniziative locali torrigiane.

Il Sindaco del Comune di Fucecchio, Alessio Spinelli
il Parroco Don Castello
e
Mons. Andrea Pio Cristiani,

hanno consegnato le seguenti pergamene commemorative del
Millenario di Torre 1018-2018
” Villa Sancti Gregorii “

cliccare per vedere tutte le fotoConsegna pergamene Sindaco e Parroco e tutte le foto di Marzo 2019 Millenario

UN RINGRAZIAMENTO SPECIALE 

del Sindaco del Comune di Fucecchio

in occasione del Millenario di Torre 1018-2018

cliccare Elenco dei nominativi con le relative e motivazioni delle pergamene consegnate dal Sindaco ALESSIO SPINELLI

Un Ringraziamento speciale a:

Al Signor AGOSTINO VALORI “Artista del cuore e dei linguaggi digitali”
Al Professore DON ANGELO PELLEGRINI Teologo e Filosofo – Facoltà Teologica dell’Italia Centrale
Al Cavaliere della Repubblica ANTONIO CIONI
Ai coniugi ENZO AVVENTIZI e SILVANA BRUCINI
Alla Sig.ra Maestra GIULIANA BAGNI
Alla Signora MARCELLA BANTI
Alla Poetessa SAMANTA CAMPIGLI
Alla Sig.ra Maestra ANNA MARIA CAPECCHI
Al Signor RICCARDO CARDELLICCHIO Giornalista e scrittore
Al Maestro MARIO CATASTINI Autore di libri sulla storia locale
Al Dottore di ricerca ALESSANDRO COSTANTINI Archeologo dell’età classica
Al Signor DANILO FREDIANI
Al Professore ALEXANDER DI BARTOLO Docente, Archivista e Ricercatore
Al Parroco di Torre DON CASTEL ROSTAINGUE BADIABO NZABA
All’Arciprete di Fucecchio MONS.ANDREA PIO CRISTIANI
Alla Signora ELIA MATTIOLI
Alla Signora FLORA MALVOLTI SANTINI
Al Dottore CARLO FONTANELLI Giornalista e scrittore
Al Professore FRANCESCO CAMPIGLI
Al Poeta SIMONE GABRIELLI
Alla Professoressa ISABELLA GAGLIARDI
Alla Sig.ra Maestra FLORIANA ZAPPITELLO GENTILE
Al Signor GIANCARLO PELLEGRINI (Wilder)
Al Signor GIULIANO FREDIANI Fondatore della Proloco Torre
IRENE CIONI
Al Cavaliere della Repubblica LIVIO FREDIANI
LORENZO BERNINI
Al Signor LORIANO CEI
Alla Signora LUANA CAMPIGLI
Alla Sig.ra Maestra EBE MAGNANI
Al Professore ALBERTO MALVOLTI Presidente della Fondazione Montanelli-Bassi di Fucecchio
Alla Professoressa MANUELA CHITI Responsabile della Caritas parrocchiale “CARITORRE”
Alla Sig.ra Maestra ADRIANA MARIOTTI
Alla Sig.ra Maestra LORIANA MORI
Alla Sig.ra Maestra MIRELLA NICCOLAI
Alla Sig.ra Maestra GIULIANA TAVIANI PACINI
Alla Dottoressa LUCIA PAPINI Ricercatrice
Alla Signora PATRIZIAROSSI
Alla Dottoressa IRENE PUCCIONI Giornalista e scrittrice
Al Signor RINO TESTAI Presidente Unione Ciclistica La Torre 1949
Al Signor ROBERTO PELLEGRINI Presidente della Proloco Torre
SARA PELLEGRINI
Alla Signora SILVANA BRUCINI
SIMONE BUTI
Al Maestro STEFANO BODDI Direttore del Coro della Collegiata di Fucecchio
Al Dottore ANDREA VANNI DESIDERI Archeologo e Direttore del Museo civico di Fucecchio
Al Signor VINCENZO SGHERRI
Alla Sig.ra Maestra FRANCA VITI
GRAZIA CAVALLINI
ELISA FREDIANI

La relativa motivazione di ciascuna pergamena è visibile 
cliccando a lato motivazioni pergamene

 

UN TRIBUTO SPECIALE
alla memoria di 

del Sindaco del Comune di Fucecchio

in occasione del Millenario di Torre 1018-2018

cliccare Elenco dei nominativi con le relative e motivazioni delle pergamene ALLA MEMORIA consegnate dal Sindaco ALESSIO SPINELLI

Un tributo speciale, alla memoria di :

ADA BONSIGNORI (1885-1985) Mamma centenaria di Don Giuseppe Mainardi
BRUNO PELLEGRINI (1924 – 2011) Sopravvissuto ai campi di lavoro nazisti
ARTURO CARMASSI (1925-2015) Artista di fama internazionale
DON RAFFAELLO BIONDI Parroco di San Gregorio alla Torre dal 1871 al 1903
DON GIUSEPPE MAINARDI (1910-1999) Priore di Torre dal 1939 al 1999
ENZO FABIANI (1924-2013) Poeta di chiara fama, giornalista, critico d’arte
GIORGIO SOMIGLI Ingegnere
GIOVANNA BERTONCINI (1900-1970)
GIUSEPPE VALORI (1904-1993)
LIDO BOSCHI (1923 – 1990) Sopravvissuto ai campi di concentramento nazisti
NATALIA BIONDI (1906-1992)
RAFFAELLO SGHERRI (1891-1976) Cavaliere di Vittorio Veneto
S.E. MONS. PAOLO GHIZZONI (1912-1986) Vescovo della Diocesi di San Miniato dal 1970 al 1986
SETTIMO PELLEGRINI (1889-1969)
SIMONETTO CAMPIGLI (1922-1984) Promotore del ciclismo e del calcio nella frazione
DON MARIO SANTUCCI (1939-2011)

 

La relativa motivazione di ciascuna pergamena è visibile
cliccando a lato motivazioni pergamene

 

ATTESTATO DI RINGRAZIAMENTO

Parrocchia San Gregorio Magno alla Torre

Per l’impegno profuso e l’attività svolta a favore dei Festeggiamenti del Millenario di San Gregorio Magno alla Torre, conferito a

elenco pergamene consegnate da DON CASTEL ROSTAINGUE

cliccare per vedere  Elenco dei nominativi pergamene

cliccare per vedere tutte le fotoConsegna pergamene Sindaco e Parroco e tutte le foto di Marzo 2019 Millenario

17 marzo 2019 – Battesimo del Contradaiolo

17 MARZO 2019
BATTESIMO DEL CONTRADAIOLO

 

Oggi si è tenuto il Battesimo del Contradaiolo ai sensi dell’art.08 dello Statuto di Contrada, sotto la statua lignea di San Gregorio Magno nella Chiesa della frazione Torre.

Tale occasione era stata resa pubblica sia tramite facebook, whatsapp che su questo sito web in un apposito post  Battesimo del Contradaiolo per l’anno 2019 – Contrada Torre

 

Tanti i contradaioli bianco-celesti grandi e piccoli che hanno richiesto il Battesimo e quindi essere trascritti sul Registro del Battesimo come previsto dal nuovo statuto. 

 

 

tutte le foto dell’evento  2019 Battesimo del Contradaiolo 

 

Molti i contradaioli “NOTABILI” che hanno dimostrato gioia e interesse a ricevere la pergamena dell’avvenuto Battesimo nella contrada bianco-celeste, nonostante la necessità di aspettare qualche anno per poter votare il nuovo Consiglio poiché minorenni.

I Maggiorenni con il Battesimo e del Contradaiolo ed il Tesseramento diverranno “DIGNITARI” e avranno il diritto di partecipare alle assemblee ed alle elezioni del nuovo consiglio previste nel novembre 2019.

Le altre date programmate per ricevere il Battesimo del Contradaiolo:

  • 14 aprile 2019
  • 11 maggio 2019

dinanzi alla Statua di San Gregorio Magno
salvo eventuali variazioni che saranno rese pubbliche.

 

tutte le foto dell’evento  2019 Battesimo del Contradaiolo 

La pergamena che ogni battezzato ha ricevuto dal Governatore dopo il Battesimo esalta la fede nei valori della Contrada Torre:

 

Che il leone rampante che si erge sul nostro stemma
troneggi in Te
riecheggiando il motto che ci unisce nella passione
MEMENTO AUDERE SEMPER
perennemente impresso
a portare onore e fierezza
nel tuo cuore e nel campo

Ti investo e ti ricevo
Contradaiolo Torrigiano
per nascita o per acquisizione
affinché tu esulti e creda in questa bandiera per tutta la vita.
Che l’orgoglio, il coraggio e la lealtà ti siano compagni, che i tuoi colori rimangano vivi e i tuoi passi certi
che tu possa gioire nella Vittoria e nel preludio ad essa.

Il Governatore

tutte le foto dell’evento  2019 Battesimo del Contradaiolo 

 

 

clicca per leggere lo > STATUTO della CONTRADA TORRE

 

 

 

 .

 

DOMENICA 17 MARZO 2019 – CROSS DEL MILLENARIO – CAMPIONATO TOSCANO MASTER DI CORSA CAMPESTRE INDIVIDUALE E DI SOCIETA’ FIDAL – TORRE (fucecchio-fi)

DOMENICA 17 MARZO 2019
CROSS DEL MILLENARIO

CAMPIONATO TOSCANO MASTER DI CORSA CAMPESTRE INDIVIDUALE
E
DI SOCIETA’ FIDAL

 

DOMENICA RITROVO ALLE ORE 8.00
INIZIO ORE 9.30
PIAZZA SAN GREGORIO
TORRE – FUCECCHIO

Organizzato da
PRO LOCO TORRE
in collaborazione con il Comitato Promotore
MEZZA MARATONA CITTA’ DI FUCECCHIO

INFORMAZIONI :
FREDIANI FRANCESCO 347 6116028
LIBRASCHI IVANO 339 2579833

 

 

 

 cliccareelenco aggiornato partecipanti alle gare , sito web FIDAL

 

 cliccareorari aggiornati partenze delle gare , sito web FIDAL

 

 

google-maps


noi siamo qui, clicca
Frazione TORRE su Google Maps

 

 

 

12 Marzo, San Gregorio Magno – la frazione Torre onora il suo Santo Patrono – la statua e l’affresco dentro la cappellina alla fonte

12 Marzo, San Gregorio Magno
la frazione Torre onora il suo Santo Patrono.
La statua lignea del Santo e
l’affresco dentro la cappellina alla Fonte

In questo post vorrei evidenziare alcune piccole cose che ho appreso nei dettagli leggendo i due libri che narrano la storia della mia frazione, PICCOLE COSE MA MOLTO IMPORTANTI DI QUESTO GIORNO DI FESTA A TORRE:


LA STATUA LIGNEA DI SAN GREGORIO MAGNO
,
realizzata in Trentino,
dall’artigiano Goffredo Moroder 
(Ortisei, Bolzano)

 

L’AFFRESCO DI SAN GREGORIO MAGNO
dentro la cappellina alla fonte miracolosa
nella vallata della famiglia Santini

Ogni anno, il 12 marzo, la comunità di Torre festeggia il suo Santo Patrono :
SAN GREGORIO MAGNO

una data molto importante per la nostra piccola frazione, una data ove ogni torrigiano non può che rendere omaggio al suo Santo Patrono partecipando alla messa in Suo onore e poi scendere alla Fonte Miracolosa in processione con la statua del Santo sulle spalle, attraversando la verde vallata sotto la casa della famiglia Santini, e per bere un po’ di acqua della Fonte.

Ogni anno questa ricorrenza si ripete il 12 Marzo, giorno della morte del Santo, ma quest’anno la ricorrenza di San Gregorio Magno assume maggiore importanza poiché terminano i festeggiamenti del Millenario della nostra frazione :
Millenario Torre 1018-2018 ” Villa Sancti Gregorii

 

negli articoli pubblicati negli anni passati potete conoscere meglio l’evento e vedere le foto, rivivendo i bellissimi momenti di festa che gli abitanti della nostra piccola frazione hanno donato e continuano a donare al loro Santo Patrono.

Nella rilettura dei seguenti articoli troverete inoltre tanti piccole curiosità importanti su questa festa: 

San Gregorio Magno, il Papa patrono di Torre (12 Marzo 2014)

12 Marzo 2012, una festa importante per i Torrigiani

LA STATUA LIGNEA DI SAN GREGORIO MAGNO

realizzata in Trentino,
dall’artigiano Goffredo Moroder 
(Ortisei, Bolzano)

” LA NUOVA STATUA DI SAN GREGORIO MAGNO ”
Don Giuseppe Mainardi nel 1941
acquistò la nuova statua
grazie a un’encomiabile raccolta di denaro
e donazione di oltre undici quintali di grano,
della popolazione torrigiana

tratto da libro del Prof. Francesco Campigli
“Al tempo del Priore Don Giuseppe Mainardi. Immagini e cronache da San Gregorio alla Torre”
La storia di Torre in un libro

Il 12 marzo 1940 fu un evento indimenticabile: Don Giuseppe Mainardi volle dare prova del suo entusiasmo e della sua dedizione nei confronti del Santo e del popolo di cui era la guida spirituale. Per conferire maggiore solennità a quella festa religiosa, il Priore volle che fosse presente una corale maschile in modo da assicurare una Messa cantata, adeguata alla cerimonia. Giusto Meacci, che suonava il clarinetto nella banda di Massarella, diventò il direttore del coro maschile del quale facevano parte Iori Battaglia, Quirino Bechini, Corrado Campigli, Carlo Frediani, Mario Mannini e Antonio Sgherri (organista). Alla processione pomeridiana alla fonte partecipò, su richiesta del giovane parroco, persino la banda di Massarella: un evento, dunque, curato nei minimi dettagli, apprezzato dai fedeli e anche da Mons. Guido Rossi che celebrò la S. Messa. Vi fu soltanto una nota stonata in quel pentagramma così ben eseguito: la statua del Santo, ormai vecchia e trasandata. L’anno successivo, grazie ad una partecipazione spontanea dei torrigiani, fu commissionata una nuova statua del Patrono; la stessa che ancora oggi è collocata sopra l’altare posto nella navata sinistra della chiesa. L’annuncio della volontà di realizzare tale opera, con il concorso del popolo, fu fatto nel luglio 1940: gli artisti della Val Gardena si sarebbero occupati di forgiare la scultura voluta dai torrigiani e dal loro Priore. Nei mesi successivi, fino alla fine dell’anno, molti fedeli donarono grano e denaro allo scopo di raggiungere la cifra necessaria per pagare la nuova statua. Furono elargiti oltre undici quintali di frumento e quattrocentosessanta lire. Con tali sacrifici fatti dal popolo – in un momento critico a causa del perdurare della seconda guerra mondiale – si chiedeva al Santo Patrono di garantire pace e vittoria all’Italia e di far tornare sani e salvi i soldati impegnati nelle dure battaglie oltre i confini del Regno. La speranza era che questi ultimi, una volta rientrati vittoriosi in Patria, potessero inginocchiarsi dinanzi alla nuova statua di San Gregorio insieme a tutti i fedeli che avevano pregato per loro.

 

Sopra. La statua lignea di San Gregorio Magno realizzata tra la fine del 1940 e l’inizio del 1941 dalla ditta “Goffredo Moroder” – costruttore d’Altari e scultore in legno di Ortisei (Bolzano). Fu Don Giuseppe a commissionare l’opera: sin dal suo arrivo nella parrocchia di Torre (febbraio 1939), il Priore pensò che fosse necessaria la sostituzione della vecchia e trasandata statua del Santo Patrono con una nuova scultura in legno. Nel 1940 il popolo di Torre, attraverso un’encomiabile raccolta di denaro e mediante la donazione di oltre undici quintali di grano, riuscì a raggiungere la cifra necessaria per la realizzazione della statua, che, ancora oggi, è collocata nella navata sinistra della chiesa.

.    resoconto della raccolta del grano                           fattura acquisto della statuta

 

 

 

 

 

 

 

 

.

 

ringrazio Francesco Campigli per avermi permesso di utilizzare testo e foto del suo libro.

L’AFFRESCO DI SAN GREGORIO MAGNO

dentro la cappellina alla Fonte

tratto da libro del Prof. Francesco Campigli
“Al tempo del Priore Don Giuseppe Mainardi. Immagini e cronache da San Gregorio alla Torre”
La storia di Torre in un libro

Nel 1988, partecipò alla Festa patronale il neovescovo di San Miniato, Mons. Edoardo Ricci, che appena giunse a Torre volle donare un mazzo di fiori alla statua di San Gregorio, accolto calorosamente dai numerosi fedeli presenti, dai bambini della scuola materna e dagli alunni della scuola elementare di Torre. Alla Messa solenne, allietata dal coro diretto dall’organista Indro Beconcini, seguì la fiera di beneficenza nei locali dell’asilo; nel pomeriggio, «favorita da una bella giornata di sole», si svolse la tradizionale processione alla Fonte di San Gregorio guidata da Mons. Edoardo Ricci, che, per la prima volta, si recò al chiesino dedicato al Patrono, ubicato in una delle valli più suggestive della frazione. Nel mese precedente, la famiglia di Franco Santini, proprietaria del terreno in cui si trova la sorgente miracolosa, provvide, a proprie spese, «per devozione al Santo», a far restaurare l’affresco raffigurante San Gregorio Magno posto all’interno della Cappella, e a ristrutturare, anche all’esterno, l’intero edificio.

 

tratto da libro del Maestro Mario Catastini
“DON GIUSEPPE MAINARDI Priore di TORRE”

RESTAURATO IL DIPINTO DI S. GREGORIO

Nel febbraio 1988 il pittore Pietro De Martin eseguì la ripresa totale del dipinto raffigurante San Gregorio Magno, che trovasi nella Cappella della fonte e che, con il trascorrere del tempo, si era completamente deteriorato. Venne pure sistemata ed imbiancata la Cappella medesima. Esprimiamo il nostro grazie riconoscente alla famiglia Santini Franco che, per devozione al Santo, si assunse totalmente l’incarico di provvedere al restauro dell’opera suddetta, nonché ai lavori occorsi per la Cappella.

infine, una piccola curiosità… se facciamo particolare attenzione alla parte destra dell’affresco, al lato destro della Chiesa di San Gregorio possiamo ancora notare la presenza del vecchio campanile di Torre abbattuto dai tedeschi nella seconda guerra mondiale che si trovava alla destra della chiesa (semi-cancellato con l’ultimo restauro del 1988); mentre è ben visibile il campanile attuale, quello a sinistra della Chiesa.

La bella statua di San Gregorio Magno fa pensare alla figura che si staglia gigante nella storia: romano puro sangue, discendente della famiglia degli Anici, figlio del senatore Giordano e di Silvia, dà alla sua vita l’impronta della grandezza romana. Nel 573, è nominato prefetto e pretore di Roma; ricevuto il battesimo sul Colle Celio, da Papa Benedetto I è ordinato diacono ed è inviato Nunzio a Costantinopoli; ritorna a Roma nel 586 e dopo solo 4 anni, il 3/IX/590, viene eletto Papa. Regna 14 anni e riesce a dare all’Europa un volto di pace. Fra le grandi conquiste meritano particolare rilievo il battesimo di Adoloaldo, figlio di re Agilulfo, conferito nel 603 e la pace stabilita coi Visigoti, Franchi e Anglosassoni.

 

 

Battesimo del Contradaiolo per l’anno 2019 – Contrada Torre

Battesimo del Contradaiolo
per l’anno 2019

“ai sensi dell’art.08 dello Statuto di Contrada”
Il Presidente comunica le uniche date per l’anno 2019 per ricevere il
Battesimo del Contradaiolo:

 

12 marzo 2019 (1)

17 marzo 2019 (2)

14 aprile 2019 (2)

11 maggio 2019 (2)

 

(1) Presso la Fonte miracolosa di San Gregorio Magno
(2) Dinanzi alla Statua di San Gregorio Magno
salvo eventuali variazioni che saranno rese pubbliche.

 

SOLO con il Battesimo del Contradaiolo ed il Tesseramento,
ogni Dignitario avrà il diritto di partecipare alle assemblee
ed alle elezioni del nuovo consiglio previste nel novembre 2019.

 

Il Presidente Romano Benericetti

 

clicca per leggere
lo > STATUTO della CONTRADA TORRE

 

 

 

 .